Dichiarazione 2021 su schiavitù moderna e tratta di esseri umani

I passaggi che Sonder Holdings Inc. ("Sonder" o "the Company") intraprende per eliminare la schiavitù moderna, in qualsiasi sua forma, dalle nostre operazioni e dalle nostre catene di approvvigionamento sono illustrati di seguito. Questa dichiarazione è pubblicata in conformità con il Modern Slavery Act 2015 del Regno Unito ed è in linea con l'approccio di Sonder di adottare pratiche aziendali responsabili all'inizio del nostro viaggio.

Panoramica e struttura

Sonder sta rivoluzionando l'ospitalità attraverso un servizio innovativo e basato sulla tecnologia e sistemazioni stimolanti e progettate con cura combinate in un'unica esperienza gestita senza interruzioni. Lanciato ufficialmente nel 2014 e con sede a San Francisco, Sonder sta creando un mondo di soggiorni migliori aperto a tutti con una varietà di opzioni di alloggio in città e paesi di tutto il mondo. Al 30 giugno 2021, Sonder si espande con operazioni in 39 città in dieci paesi e tre continenti.

La sorveglianza del rischio della schiavitù moderna spetta a Responsabilità d'impresa e sostenibilità, Fiducia e sicurezza e Acquisti. Inoltre, una volta formato, il Comitato di verifica e il Comitato per le nomine, la governance aziendale e la responsabilità sociale di Sonder forniranno la supervisione della loro capacità di gestione del rischio.

Politiche

Sonder ha messo in atto politiche per aiutare a eliminare il potenziale utilizzo delle proprietà gestite dall'azienda per la schiavitù e la tratta di esseri umani.

Il nostro Codice di condotta per i dipendenti richiede che i nostri dipendenti, appaltatori, consulenti e tutti gli altri che svolgono lavori o servizi a Sonder, agiscano sia in modo etico che legale quando si tratta di colleghi e terze parti con cui intratteniamo rapporti commerciali.

Il nostro Codice fornitore [1] of Conduct delinea i valori e gli standard che ci aspettiamo dai nostri fornitori e dai loro rappresentanti. Tra le molte considerazioni chiave, stabilisce le aspettative dei nostri fornitori rispetto al lavoro forzato e alle pratiche di assunzione di bambini. Il Codice di condotta dei fornitori si ispira agli standard e alle norme riconosciuti a livello internazionale, tra cui la Dichiarazione universale dei diritti umani, gli standard internazionali del lavoro dell'ILO, le linee guida dell'OCSE per le imprese multinazionali e gli standard ISO e SA.

In aggiunta a ciò, Sonder si impegna a fornire meccanismi di reclamo efficaci, proteggendo al contempo la riservatezza, l'anonimato e la protezione del Fornitore e degli informatori dei dipendenti nella misura massima prevista dalla legge applicabile.

Gestione del rischio e due diligence

Sonder incoraggia i propri dipendenti e fornitori (ove consentito dalla legge) a segnalare determinate questioni, comprese le circostanze che possono dar luogo a problemi di schiavitù o tratta di esseri umani, alle autorità locali competenti o ai contatti interni.

Formazione e sensibilizzazione

Sonder richiede che i dipendenti interessati partecipino alla formazione relativa alla schiavitù moderna e alla tratta di esseri umani. La nostra formazione include protocolli di escalation, liste di controllo, informazioni per assistere la nostra fiducia e sicurezza, i team cittadini e il personale in prima linea nell'identificazione dei principali segnali di pericolo della tratta di esseri umani e indicazioni su come segnalare i casi.

Inoltre, Sonder mette a disposizione dei propri dipendenti informazioni per aiutare i dipendenti a identificare potenziali segni di schiavitù e tratta di esseri umani e fornisce un processo per l'escalation tempestiva delle preoccupazioni all'interno dell'organizzazione.

Miglioramento e monitoraggio dei progressi

Sonder rivedrà i suoi processi per combattere la schiavitù moderna e la tratta di esseri umani su base periodica, non meno di ogni anno, e confronterà i suoi progressi con gli standard del settore, le migliori pratiche e i propri obiettivi interni. Nell'ambito di questa valutazione, Sonder si impegnerà con i suoi dipendenti, fornitori e gruppi di stakeholder più ampi.

La presente dichiarazione è stata approvata dal Consiglio di Sonder in data 20 agosto 2021.

Francis Davidson

Amministratore delegato


[1] L'occupazione è a libera scelta. Sonder ha un approccio di tolleranza zero alla schiavitù moderna, comprese tutte le forme di tratta di esseri umani e lavoro forzato o vincolato. Tutti i lavoratori sono liberi di lasciare il lavoro in qualsiasi momento o di cessare il rapporto di lavoro senza penali se viene dato un congruo preavviso come da contratto del lavoratore. I fornitori e i loro agenti e subagenti non possono detenere o altrimenti distruggere, nascondere o confiscare documenti di identità o di immigrazione, come documenti di identità, passaporti o permessi di lavoro rilasciati dal governo. I fornitori possono detenere la documentazione dei propri dipendenti solo se tale possesso è richiesto dalla legge. In nessun momento ai lavoratori dovrebbe essere negato l'accesso ai propri documenti personali. I lavoratori non sono tenuti a pagare le tasse di assunzione degli agenti o subagenti dei Fornitori o altre tasse correlate per il loro impiego. Se si scopre che tali tasse sono state pagate dai lavoratori, tali tasse devono essere rimborsate al lavoratore. Sonder ei suoi fornitori dovrebbero prestare particolare attenzione ai rischi di sfruttamento che devono affrontare i lavoratori migranti nazionali e stranieri.